Siti Di Incontri Gratis

Gli appuntamenti online (o incontri su Internet) sono un sistema che consente alle persone di trovare e presentarsi a nuove connessioni personali su Internet, di solito con l’obiettivo di sviluppare relazioni personali, romantiche o sessuali. Un servizio di incontri online è una società che fornisce meccanismi specifici (generalmente siti Web o applicazioni) per gli appuntamenti online attraverso l’uso di personal computer o dispositivi mobili connessi a Internet. Tali società offrono una vasta gamma di servizi di matchmaking non moderati, la maggior parte dei quali basati sul profilo.

I servizi di incontri online consentono agli utenti di diventare “membri” creando un profilo e caricando informazioni personali tra cui (ma non limitato a) età, sesso, orientamento sessuale, posizione e aspetto. La maggior parte dei servizi incoraggia inoltre i membri ad aggiungere foto o video al proprio profilo. Una volta creato un profilo, i membri possono visualizzare i profili degli altri membri del servizio, utilizzando le informazioni sul profilo visibile per decidere se avviare o meno il contatto. La maggior parte dei servizi offre messaggistica digitale, mentre altri forniscono servizi aggiuntivi come webcast, chat online, chat telefonica (VOIP) e bacheche. I membri possono limitare le loro interazioni allo spazio online o possono fissare una data per incontrarsi di persona.

Al momento esiste una grande varietà di servizi di incontri online (vedi Confronto dei servizi di incontri online). Alcuni hanno un’ampia base di appartenenza di utenti diversi alla ricerca di diversi tipi di relazioni. Altri siti hanno come target dati demografici altamente specifici basati su caratteristiche come interessi condivisi, posizione, religione, orientamento sessuale o tipo di relazione. Anche i servizi di incontri online differiscono ampiamente nei flussi di entrate. Alcuni siti sono completamente gratuiti e dipendono dalla pubblicità per le entrate. Altri utilizzano il modello delle entrate freemium, offrendo la registrazione e l’uso gratuiti, con servizi premium, a pagamento, premium. [1] Altri ancora si affidano esclusivamente agli abbonamenti a pagamento.

Algoritmi corrispondenti

Nel 2012, gli psicologi sociali Benjamin Karney, Harry Reis e altri hanno pubblicato un’analisi degli appuntamenti online in Scienze psicologiche nell’interesse pubblico che ha concluso che gli algoritmi di corrispondenza dei servizi di incontri online sono solo trascurabilmente migliori nel confrontare le persone che se fossero abbinati a caso . [2] [3] Nel 2014, Kang Zhao dell’Università dello Iowa ha costruito un nuovo approccio basato sugli algoritmi utilizzati da Amazon e Netflix, basato su raccomandazioni piuttosto che sulle note autobiografiche dei cercatori di partite. Le attività degli utenti riflettono i loro gusti e attrattiva, o la loro mancanza, hanno ragionato. Questo algoritmo aumenta le probabilità di una risposta del 40%, i ricercatori hanno scoperto. Anche le aziende di e-commerce utilizzano questa tecnica di “filtro collaborativo”. Tuttavia, non è ancora noto quale sarebbe l’algoritmo per trovare la corrispondenza perfetta. [4]

Tuttavia, sebbene sia stato dimostrato che i sistemi di filtraggio collaborativo e di raccomandazione sono più efficaci dei sistemi di corrispondenza basati su somiglianza e complementarità, [5] [6] [7] hanno anche dimostrato di essere fortemente distorti rispetto alle preferenze dei primi utenti e contro minoranze razziali come gli afroamericani e gli ispanici che hanno portato alla nascita di siti di incontri di nicchia per questi gruppi. [8] [9] [10] Nel 2014, la divisione pubblicitaria nazionale del Better Business Bureau ha criticato le affermazioni di eHarmony di creare un numero maggiore di matrimoni e matrimoni più duraturi e soddisfacenti rispetto a siti Web di appuntamenti alternativi, [11] e nel 2018, la Advertising Standards Authority ha vietato gli annunci di eHarmony nel Regno Unito dopo la società non è stata in grado di fornire alcuna prova per verificare le affermazioni dei propri annunci pubblicitari secondo cui l’algoritmo di corrispondenza del suo sito Web ha dimostrato scientificamente di offrire ai suoi utenti maggiori possibilità di trovare relazioni intime a lungo termine. [12] [13]

Tendenze

Tendenze sociali e opinioni pubbliche
Anche le opinioni e l’uso dei servizi di incontri online differiscono ampiamente. Uno studio del 2005 sui dati raccolti da Pew Internet e American Life Project ha scoperto che le persone hanno maggiori probabilità di utilizzare un servizio di appuntamenti online se usano Internet per un numero maggiore di attività e meno probabilità di utilizzare tale servizio se si fidano di altri. [14] È possibile che la modalità di incontri online risuoni con l’orientamento concettuale di alcuni partecipanti verso il processo di ricerca di un partner romantico. Cioè, i siti di incontri online usano il quadro concettuale di una “metafora del mercato” per aiutare le persone a trovare potenziali abbinamenti, con layout e funzionalità che facilitano la navigazione e la selezione rapida dei profili in un modo simile a come si potrebbe navigare in un negozio online. In base a questa metafora, i membri di un determinato servizio possono sia “acquistare” i potenziali partner di relazione sia “vendersi” nella speranza di trovare una corrispondenza di successo. [15]

Gli atteggiamenti nei confronti degli appuntamenti online sono migliorati visibilmente tra il 2005 e il 2015, secondo il Pew Research Center. In particolare, il numero di persone che ritenevano che gli appuntamenti online fossero un buon modo per incontrare persone è passato dal 44% nel 2005 al 59% nel 2015, mentre quelli che credevano che le persone che utilizzavano i servizi di incontri online fossero disperati sono scesi dal 29% al 23% durante lo stesso periodo. Anche se solo un numero trascurabile di persone è uscito online nel 2005, è salito all’11% nel 2013 e poi al 15% nel 2015 [16]. In particolare, il numero di adulti americani che hanno utilizzato un sito di incontri online è passato dal 9% nel 2013 al 12% nel 2015 mentre quelli che hanno utilizzato un’applicazione software di incontri online sui loro telefoni cellulari sono passati dal 3% al 9% nello stesso periodo . [17] Questo aumento è stato guidato principalmente da persone di età compresa tra 18 e 24 anni, per i quali l’utilizzo è quasi triplicato. Allo stesso tempo, l’utilizzo tra quelli di età compresa tra 55 e 64 anni è raddoppiato. Le persone tra la metà degli anni ’30 e la metà degli anni ’50 hanno visto un notevole aumento nell’uso, ma le persone dai 25 ai 34 anni non hanno visto alcun cambiamento. Tuttavia, solo uno su tre era uscito per un appuntamento con qualcuno che avevano incontrato online. Circa uno su cinque, in particolare le donne, al 30%, rispetto al 16% per gli uomini, hanno chiesto aiuto con il loro profilo online. Solo cinque su cento hanno dichiarato di essere sposati o in una relazione a lungo termine con qualcuno che hanno incontrato online. Per fare un confronto, l’88% degli americani che erano con il loro attuale coniuge o partner per non più di cinque anni ha dichiarato di aver incontrato i loro compagni offline.

Preferenze di accoppiamento e strategie di accoppiamento

I servizi di incontri online offrono miniere di informazioni agli scienziati sociali che studiano il comportamento di accoppiamento umano.

I dati del colosso cinese degli appuntamenti online Zhenai.com rivelano che mentre gli uomini sono più interessati all’aspetto di una donna, alle donne interessa di più il reddito di un uomo. Anche la professione è abbastanza importante. Gli uomini cinesi preferiscono le donne che lavorano come insegnanti e infermiere della scuola elementare, mentre le donne cinesi preferiscono gli uomini nel settore IT o finanziario. Le donne in informatica o in finanza sono le meno desiderate. Zhenai consente agli utenti di scambiarsi “occhiolini” digitali. Per un uomo, più soldi guadagna più “strizza l’occhio” che riceve. Per una donna, il suo reddito non ha importanza fino al segno di 50.000 yuan (US $ 7.135), dopo di che il numero di “ammiccamenti” diminuisce leggermente. Gli uomini in genere preferiscono le donne di tre anni più giovani di quanto non lo siano mentre le donne cercano uomini di età media di tre anni. Tuttavia, questo cambia se l’uomo diventa eccezionalmente ricco; più soldi guadagna, più è probabile che cerchi donne più giovani. [26]

In generale, le persone tra i 20 anni impiegano il “servizio di appuntamenti self-service” mentre le donne tra i 20 e i 20 anni tendono ad usare il servizio di matchmaking. Ciò è dovuto alla pressione sociale in Cina sulle “donne rimanenti”, ovvero quelle alla fine degli anni ’20, ma ancora non sposate. Le donne che preferiscono non porre domande potenzialmente imbarazzanti, ad esempio se entrambi i coniugi gestiranno le finanze familiari, se vivranno o meno con i suoi genitori o quanti figli vorrà avere, se ce ne saranno, convinceranno un matchmaker a farlo loro. Entrambi i sessi preferiscono i matchmakers che sono donne. [26]

In un articolo del 2009, il sociologo George Yancey dell’Università del Nord del Texas ha osservato che ricerche precedenti tra la fine degli anni ’80 e l’inizio degli anni 2000 hanno rivelato che gli afro-americani erano i partner romantici meno desiderati rispetto a tutti gli altri gruppi razziali negli Stati Uniti, un fatto ciò si riflette nei loro tassi di matrimonio interrazziale relativamente bassi. (Avevano anche meno probabilità di formare amicizie interrazziali rispetto ad altri gruppi.) Secondo i dati del censimento degli Stati Uniti, il 5,4% di tutti i matrimoni negli Stati Uniti nel 2005 erano tra persone di razze diverse. Per la sua ricerca, Yancey ha scaricato da Yahoo dati anonimi di quasi un migliaio di persone eterosessuali! Personals. Scoprì che i datatori di Internet si sentivano tiepidi verso l’esogamia razziale in generale. In particolare, il 45,8% dei bianchi, il 32,6% dei neri, il 47,6% degli ispanici e il 64,4% degli asiatici erano disposti a superare qualsiasi altro gruppo razziale. L’incontro con i membri del proprio gruppo razziale era l’opzione più popolare, con il 98,0% per i bianchi, il 92,1% per i neri, il 93,2% per gli ispanici e il 92,2% per gli asiatici. Coloro che erano più disposti a superare la media tendevano ad essere uomini più giovani. L’istruzione non era un predittore di volontà di non essere aggiornati. Ciò significa che i più alti tassi di matrimonio interrazziale tra i più istruiti erano dovuti al fatto che l’istruzione superiore offriva maggiori opportunità di incontrare persone di razze diverse [29].

Vi è, tuttavia, una grande variazione lungo le linee di genere. Nel 2008, Cynthia Feliciano, Belinda Robnett e Golnaz Komaie dell’Università della California, Irvine, hanno studiato le preferenze dei daters online lungo le linee di genere e razziali selezionando i profili su Yahoo! Personals – allora uno dei migliori siti di romanticismo su Internet negli Stati Uniti – di 6.070 individui eterosessuali, di cui 1558 bianchi, di età compresa tra 18 e 50 anni che vivono a una distanza di 50 miglia (80 km) da New York City, Los Angeles, Chicago e Atlanta. Hanno scoperto che, coerentemente con le ricerche precedenti, inclusi studi sulla datazione della velocità, le donne tendevano ad essere più esigenti degli uomini. Infatti, mentre il 29% degli uomini bianchi voleva frequentare solo donne bianche, il 64% delle donne bianche era disposto a uscire solo con uomini bianchi. Di coloro che hanno dichiarato una preferenza razziale, il 97% degli uomini bianchi ha escluso le donne di colore, il 48% di latine e il 53% di donne asiatiche. Al contrario, gli uomini bianchi sono esclusi dal 76% delle donne di colore, dal 33% delle latine e solo dall’11% delle donne asiatiche. Allo stesso modo, il 92% delle donne bianche esclude gli uomini neri, il 77% esclude i latini e il 93% esclude gli uomini asiatici. Il 71% degli uomini neri, il 31% dei latini e il 36% degli uomini asiatici ha escluso le donne bianche. In breve, dopo i membri del proprio gruppo di sesso opposto, gli uomini bianchi erano aperti a uscire con donne asiatiche e donne bianche uomini neri rispetto ai membri di altri gruppi razziali o etnici. Allo stesso tempo, i latini erano generalmente favoriti sia da uomini bianchi che da donne desiderosi di uscire.

In un articolo separato del 2011 che analizza lo stesso set di dati, Cynthia Feliciano e Belinda Robnett hanno scoperto in generale che il genere era un fattore predittivo di apertura agli appuntamenti al di fuori del proprio gruppo razziale o etnico, con il 74% delle donne e il 58% degli uomini che dichiaravano una razza preferenza, anche se c’era una notevole variazione tra ciascuno. I latini erano abbastanza aperti agli appuntamenti, con solo il 15% degli uomini e il 16% delle donne che preferivano frequentare solo altri latini. Il 45% delle donne di colore e il 23% degli uomini di colore preferirebbe non uscire con i non neri. Il 6% delle donne asiatiche e il 21% degli uomini asiatici hanno deciso di non uscire. Inoltre, il 4% delle donne bianche, l’8% delle donne nere, il 16% delle donne latine e il 40% delle donne asiatiche ha voluto frequentare solo al di fuori della rispettiva razza o etnia. Pertanto, tutti i gruppi, tranne le donne bianche, erano disposti a scadere, sebbene con grandi variazioni. Il 55% degli uomini latini ha escluso le donne asiatiche mentre il 73% delle donne asiatiche ha escluso gli uomini latini. La stragrande maggioranza degli asiatici, il 94%, ha escluso i neri. Al contrario, l’81% dei latini e il 76% delle latine hanno evitato lo stesso. Per i neri disposti a scadere, i latini erano i più preferiti. [31]

Nel 2018, Elizabeth Bruch e M.E.J. Newman dell’Università del Michigan ha pubblicato sulla rivista Science Advances uno studio su circa 200.000 individui eterosessuali che vivono a New York City, Chicago, Boston e Seattle, che hanno utilizzato un certo “popolare servizio di incontri online gratuito”. I ricercatori sono stati in grado di discernere alcune tendenze generali nella desiderabilità generale di un determinato individuo. Per un uomo, la sua desiderabilità è aumentata fino all’età di 50 anni; per una donna, la sua desiderabilità è diminuita drasticamente dopo i 18 anni fino ai 65 anni. In termini di livello di istruzione, più un uomo era istruito, più desiderabile diventava; per una donna, tuttavia, la sua desiderabilità è salita alla laurea prima di diminuire. Bruch ha suggerito che, oltre alle preferenze individuali e alla disponibilità dei partner, questo modello potrebbe essere dovuto al fatto che alla fine del 2010, le donne avevano maggiori probabilità di frequentare e laurearsi all’università. [32] Al fine di stimare la desiderabilità di un determinato individuo, i ricercatori hanno esaminato il numero di messaggi ricevuti e la desiderabilità dei mittenti. [33]

La psicologa dello sviluppo Michelle Drouin, che non è stata coinvolta nello studio, ha detto al New York Times che questa scoperta è conforme alle teorie della psicologia e della sociologia basate sull’evoluzione biologica in quanto la gioventù è un segno di fertilità. Ha aggiunto che le donne con titoli avanzati sono spesso considerate più focalizzate sulla loro carriera rispetto alla famiglia. [32] La psicoterapeuta autorizzata Stacy Kaiser ha detto a MarketWatch che gli uomini in genere preferiscono le donne più giovani perché “sono più facili da impressionare; sono più (modellabili) in termini di tutto, dal comportamento emotivo al tipo di ristorante in cui mangiare”, e perché tendono ad essere ” più in forma, meno aspettative e meno bagagli “. D’altra parte, le donne cercano stabilità (finanziaria) ed educazione, attributi che derivano dall’età, afferma Kaiser. [34] Questi risultati sull’età e l’attrattiva sono coerenti con le ricerche precedenti condotte dai servizi di incontri online OKCupid e Zoosk. [32] [34] In un post sul blog del 2010, OKCupid ha osservato che “Il trentenne mediano trascorre tanto tempo a inviare messaggi alle ragazze adolescenti quanto alle donne della sua stessa età” [32] Analizzando i dati tra il 2013 e il 2017, OKCupid ha scoperto che Il 61% di quelle che chiamavano conversazioni “riuscite”, o quelle con “almeno quattro messaggi avanti e indietro con lo scambio di contatti” avvenivano tra un uomo più anziano della donna. Nella metà di questi, l’uomo aveva almeno cinque anni in più. I dati del 2018 di Zoosk hanno rivelato che il 60% degli uomini desiderava donne più giovani, mentre il 56% delle donne più giovani si sentiva attratto dagli uomini più anziani. [34]

Aiutato dal programma di analisi testuale Linguistic Inquiry e Word Count, Bruch e Newman hanno scoperto che gli uomini avevano generalmente minori possibilità di ricevere una risposta dopo aver inviato messaggi più “positivi”. Quando un uomo ha cercato di corteggiare una donna più desiderabile di lui, ha ricevuto una risposta il 21% delle volte; al contrario, quando una donna ha tentato di corteggiare un uomo, ha ricevuto una risposta circa la metà delle volte. In effetti, oltre l’80% dei primi messaggi nel set di dati ottenuti ai fini dello studio proveniva da uomini e le donne erano altamente selettive nella scelta a chi rispondere, con un tasso inferiore al 20%. Pertanto, lo studio delle risposte delle donne ha prodotto molte informazioni sulle loro preferenze. Bruch e Newman furono anche in grado di stabilire l’esistenza di “leghe” di appuntamenti. In generale, le persone sono state in grado di stimare con precisione la loro posizione nella gerarchia degli appuntamenti. Pochissimi hanno risposto ai messaggi di persone meno desiderabili di loro. Tuttavia, sebbene la probabilità di una risposta sia bassa, è ben al di sopra dello zero, e se l’altra persona risponde, può stimolare l’autostima, ha detto Kaiser. Il coautore dello studio Mark Newman ha dichiarato a BBC News.

Reclami di fatturazione

I servizi online basati su abbonamento possono presentare reclami relativi alle pratiche di fatturazione. Alcuni fornitori di servizi di appuntamenti online potrebbero avere quote associative fraudolente o addebiti su carta di credito. [59] Alcuni siti non consentono ai membri di visualizzare in anteprima i profili disponibili prima di pagare una quota di abbonamento. Inoltre, possono essere offerte diverse funzionalità ai membri che hanno pagato o non pagato per gli abbonamenti, creando confusione su chi può visualizzare o contattare chi.

Il consolidamento nel settore degli appuntamenti online ha portato a diversi giornali e riviste che ora pubblicizzano lo stesso database di siti Web con nomi diversi. Nel Regno Unito, ad esempio Time Out (“London Dating”), The Times (“Encounters”) e The Daily Telegraph (“Kindred Spirits”), offrono tutti portali con nomi diversi allo stesso servizio, il che significa che una persona che gli abbonamenti attraverso più di una pubblicazione hanno inconsapevolmente pagato più di una volta per accedere allo stesso servizio.

Rapporti di genere squilibrati

Si sa poco sul rapporto sessuale controllato per età. L’adesione a eHarmony è di circa il 57% femminile e il 43% maschile, [60] mentre il rapporto di Match.com è al contrario. Quando si accede ai siti Web di nicchia di specialità in cui il principale gruppo demografico è il maschio, si ottiene in genere un rapporto molto squilibrato tra maschio e femmina o tra femmina e maschio. A giugno 2015, il 62% degli utenti di Tinder era maschio e il 38% era femmina. [62]

Gli studi hanno suggerito che gli uomini hanno molte più probabilità di inviare messaggi sui siti di incontri rispetto alle donne. [63] Inoltre, gli uomini tendono a inviare messaggi alle donne più attraenti indipendentemente dalla loro stessa attrattiva. [64] Ciò porta le donne più attraenti su questi siti a ricevere un numero schiacciante di messaggi, che in alcuni casi possono comportare la loro uscita dal sito.

Vi sono prove che potrebbero esserci differenze nel modo in cui le donne online valutano l’attrattiva maschile rispetto a come gli uomini valutano l’attrazione femminile. La distribuzione delle valutazioni fornite dagli uomini di attrattiva femminile sembra essere la distribuzione normale, mentre le valutazioni degli uomini fornite dalle donne sono fortemente distorte, con l’80% degli uomini classificati come al di sotto della media. [65] Ciò dimostra che le donne sono veramente più esigenti degli uomini quando si tratta di apparire su siti di incontri online.

Accuse di discriminazione

I gruppi per i diritti degli omosessuali si sono lamentati del fatto che alcuni siti Web che limitano i loro servizi di incontri alle coppie eterosessuali discriminano gli omosessuali. I clienti omosessuali del famoso sito di incontri eHarmony hanno fatto molti tentativi di contestare pratiche discriminatorie. [66] eHarmony è stato citato in giudizio nel 2007 da una lesbica sostenendo che “la discriminazione in modo diretto è dannosa e deludente per un’azienda aperta al pubblico in questi tempi”. [67] Alla luce della discriminazione basata sull’orientamento sessuale da parte di siti di incontri, alcuni servizi come GayDar.net e Chemistry.com soddisfano maggiormente gli incontri omosessuali.